Università Cattolica del Sacro Cuore Millennium Unicatt DocTA DocTA DocTA  

DocTA - Doctoral Theses Archive >
Tesi di dottorato >
CORSO DI DOTTORATO IN SCIENZE DELLA PERSONA E DELLA FORMAZIONE >

Citation:
Please use this identifier to cite or link to this item:
Voce, Valentina. "RIPENSARE PETER SINGER. LE APORIE DI UN'ETICA PRATICA", Università Cattolica del Sacro Cuore, XXXIII ciclo, a.a. 2019/20, Milano, [http://hdl.handle.net/10280/111134].

Title: RIPENSARE PETER SINGER. LE APORIE DI UN'ETICA PRATICA
Author: VOCE, VALENTINA
Tutor: PESSINA, ADRIANO
Supervisor: MARCHETTI, ANTONELLA
Language: ITA
Italian Abstract: Il lavoro di ricerca prende in considerazione il pensiero morale di Peter Singer, filosofo utilitarista il cui intento è quello di attribuire pari valore alla vita umana e animale, operando una rivoluzione copernicana nel codice di comportamento occidentale. In seguito a una parte monografica, si sono analizzati i principali elementi che compongono il sistema etico di Singer: il principio dell’eguale considerazione degli interessi e l’antispecismo. Dopo aver lasciato spazio alla descrizione delle tesi suddette, si è proceduto a un loro esame critico, aprendo un dialogo con autori del panorama internazionale quali Bernard Williams e Mary Midgley. L’ultimo capitolo è dedicato alla questione dell’eutanasia non volontaria per chi nasce con una disabilità, pratica che Singer ritiene legittima sulla base della nozione utilitaristica di qualità della vita. Le riflessioni conclusive si sono concentrate sul concetto funzionalista di persona assunto da Singer, per il quale solo coloro posseggano in atto determinate facoltà cognitive superiori possono dirsi “persona”. Sulla base delle considerazioni svolte, si è giunti alla conclusione che le teorie di Singer non siano in grado di dare conto della complessità della vita umana, né sotto l’aspetto ontologico, né sotto quello etico, realizzando un approccio che introduce significative disuguaglianze etiche e sociali.
English Abstract: The thesis takes into consideration the moral thought of Peter Singer, utilitarian philosopher who aims to give equal value to human and animal life, operating a Copernican revolution in the Western code of behavior. Following a monographic part, the main elements of Singer's ethical system were analyzed: the principle of equal consideration of interests and anti-specism. After an extensive description of these elements, a critical examination of them was carried out by opening a dialogue with authors of the international scene such as Bernard Williams and Mary Midgley. The last chapter is dedicated to the issue of involuntary euthanasia for those born with a disability, a practice that Singer considers legitimate on the basis of the utilitarian notion of quality of life. The final reflections focused on the functionalist concept of person assumed by Singer, for which only those who possess certain higher cognitive faculties can be called "person". On the basis of the considerations made, it was concluded that Singer's theories are not able to account for the complexity of human life, neither from an ontological nor from an ethical point of view, creating an approach that introduces significant ethical and social inequalities.
Defense Date: 19-Jan-2022
URI: http://hdl.handle.net/10280/111134
Appears in Collections:CORSO DI DOTTORATO IN SCIENZE DELLA PERSONA E DELLA FORMAZIONE
FACOLTA' DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE

Files in This Item:

File SizeFormatFull-text availability
TESI DOTTORATO -VOCE.pdf4,96 MBAdobe PDFView/Open


Access and Use of Materials in DocTA




 

DocTA è un servizio dell'Università Cattolica del Sacro Cuore realizzato in collaborazione con CINECA
© 2011 UCSC - Tutti i diritti riservati - Powered by DSpace Software - Feedback