Università Cattolica del Sacro Cuore Millennium Unicatt DocTA DocTA DocTA  

DocTA - Doctoral Theses Archive >
Tesi di dottorato >
CORSO DI DOTTORATO IN I PROBLEMI DELLA LEGALITA' >

Citation:
Please use this identifier to cite or link to this item:
Lamanuzzi, Marta. "CONDIZIONAMENTI PSICHICI E TUTELA DELLA LIBERTA' MORALE. PROFILI DI DIRITTO PENALE INTERNO E COMPARATO", Università Cattolica del Sacro Cuore, XXVIII ciclo, a.a. 2014/15, Milano, [http://hdl.handle.net/10280/10987].

Title: CONDIZIONAMENTI PSICHICI E TUTELA DELLA LIBERTA' MORALE. PROFILI DI DIRITTO PENALE INTERNO E COMPARATO
Author: LAMANUZZI, MARTA
Tutor: VISCONTI, ARIANNA
Supervisor: FORTI, GABRIO
Language: ITA
Italian Abstract: La ricerca si propone di affrontare in modo approfondito la tematica della libertà morale della persona nei suoi rapporti con il diritto penale e con i principi fondamentali dell’ordinamento. Il lavoro si sviluppa anzitutto attraverso l’analisi di prospettive empiriche (psicologia, scienze cognitive, neuroscienze) di studio della mente, della coscienza, delle emozioni, dei meccanismi della decisione umana e dei fattori che possono influenzarli. Successivamente vengono passati in rassegna alcuni casi di condizionamento psichico assurti agli onori della cronaca e vengono inquadrate le nozioni di manipolazione mentale, ‘brainwashing’, costrizione, suggestione e persuasione, come definite in psicologia e nel diritto penale. La ricerca prosegue con l’esame della pronuncia della Corte costituzionale in materia di plagio (art. 603 c.p.), con la disamina delle fattispecie poste a tutela della libertà morale nel nostro codice penale (minaccia, stalking, ecc.) e di alcuni profili di comparazione. Ad esempio, vengono studiati il reato francese di manipulation mentale e il reato belga di déstabilisation mentale. In conclusione, dopo un approfondimento dottrinale e giurisprudenziale delle problematiche relative all’incriminazione delle manipolazioni mentali (offensività, prova del nesso di causalità e determinatezza delle norme penali) nonché dei limiti delle attuali modalità di risposta al reato, viene proposta una nuova fattispecie di manipolazione mentale.
English Abstract: This research, concerning the protection of moral freedom, is first focused on philosophical perspectives and empirical sciences (psychology, cognitive sciences and neuroscience) dealing with mind, consciousness, emotions, decision mechanisms, as well as the relevant factors having a bearing on them. Some case studies of psychological conditioning contribute to define the contours of the issue. The analysis then moves to mental manipulation, “brainwashing”, compulsion, suggestion and persuasion as defined in psychology and in criminal law. Then, after reviewing the decision of the Constitutional Court on art. 603, an in-depth investigation of case law and scholars’ writings related to the major crimes set out in Italian law to safeguard person’s inner sphere (threats, stalking, etc.) is provided. Furthermore the dissertation includes a chapter regarding a comparison analysis. For example French crime of manipulation mentale and Belgian crime of déstabilisation mentale are considered. In conclusion, after a discussion of the main problems of the prosecution of crimes against moral freedom (interests protected by criminal law, actual offence, proof of causation and vagueness of legislative definitions), and the limits of the criminal justice response to offenses, a new crime of mental manipulation is proposed.
Defense Date: 30-Mar-2016
URI: http://hdl.handle.net/10280/10987
Appears in Collections:CORSO DI DOTTORATO IN I PROBLEMI DELLA LEGALITA'
FACOLTA' DI GIURISPRUDENZA

Files in This Item:

File Description SizeFormatFull-text availability
tesiphd_completa_lamanuzzi.pdfTesi completa2,7 MBAdobe PDFunder embargo
tesiphd_indice_lamanuzzi.pdfIndice183,34 kBAdobe PDFView/Open


Access and Use of Materials in DocTA




 

DocTA è un servizio dell'Università Cattolica del Sacro Cuore realizzato in collaborazione con CINECA
© 2011 UCSC - Tutti i diritti riservati - Powered by DSpace Software - Feedback