Università Cattolica del Sacro Cuore Millennium Unicatt DocTA DocTA DocTA  

DocTA - Doctoral Theses Archive >
Tesi di dottorato >
CORSO DI DOTTORATO IN PERSONA E ORDINAMENTI GIURIDICI >

Citation:
Please use this identifier to cite or link to this item:
Costanzo, Rosa Maria Alba. "AUTONOMIA PRIVATA E CONTRATTO PRELIMINARE", Università Cattolica del Sacro Cuore, XXXI ciclo, a.a. 2017/18, Milano, [http://hdl.handle.net/10280/70217].

Title: AUTONOMIA PRIVATA E CONTRATTO PRELIMINARE
Author: COSTANZO, ROSA MARIA ALBA
Tutor: CASTRONOVO, CARLO
Supervisor: NICOLUSSI, ANDREA
Language: ITA
Italian Abstract: La ricerca si propone di definire i limiti che le parti incontrano nell’esercizio dell’autonomia privata ogni qual volta concludano un contratto preliminare, inserendosi nella più ampia diatriba circa i rapporti tra autorità e libertà: l’autorità della legge, la libertà dei privati. In particolare, lo scritto si propone di delineare la forma giuridica del preliminare, al fine di preservarne la natura che il legislatore del 1942 ha inteso riconoscergli e combattere l’uso distorto che ne è stato fatto negli ultimi anni dall’autonomia privata. Ne sono esempio il preliminare di preliminare e il preliminare con effetti definitivi anticipati, che hanno trasformato il preliminare in altro da sé ovvero, rispettivamente, in un’intesa precontrattuale e in un contratto definitivo, eliminando così la sua essenza. Ciò che connota il preliminare e lo rende un unicum nel panorama giuridico italiano e internazionale, infatti, è rappresentato dal suo essere a metà tra le trattative e il definitivo, in quanto non si tratta di un tipo contrattuale, bensì di uno schema di formazione del consenso del definitivo al quale l’ordinamento riconosce natura contrattuale, rendendo conciliabile ciò che di primo acchito non pare esserlo. Partendo da tale prospettiva, si è proceduto a delineare il discrimen tra il contratto preliminare e ciò è solo nominativamente tale, rivolgendo particolare attenzione ai contratti con effetti reali.
English Abstract: Scope of the present work is to define the limits to parties’ autonomy when concluding a preliminary contract, as it leads to the more complex debate related to the relationship between authority of the law and freedom of private parties. First of all, the aim is to outline the legal structure of the preliminary agreement in order to preserve the original nature our legislator, back in 1942 intended to recognize and to tackle the distort use of such agreement by parties’ autonomy in the last years. Examples are the preliminary agreement to another preliminary contract (preliminare di preliminare) and the preliminary agreement with anticipated permanent effects ( preliminare con effetti definitivi anticipati) which transformed such agreement respectively in a contractual agreement and in a definitive agreement. It has to be noted that the uniqueness of the preliminary contract in the legal landscape, both italian and international, is represented by its middle nature, in-between negotiations and final contract, as it is not a contractual type, but a framework whithin parties shape the consensus aiming to sign a definitive contract. From this perspective, it has been outlined the difference between the preliminary contract and what is just defined as such, with specific attention to those contracts producing effects with the handover of the good other than the consensus (contratti ad effetti reali).
Defense Date: 16-Sep-2019
URI: http://hdl.handle.net/10280/70217
Appears in Collections:CORSO DI DOTTORATO IN PERSONA E ORDINAMENTI GIURIDICI
FACOLTA' DI GIURISPRUDENZA

Files in This Item:

File SizeFormatFull-text availability
Autonomia privata e contratto preliminare - R.M.A. Costanzo.pdf7,09 MBAdobe PDFView/Open


Access and Use of Materials in DocTA




 

DocTA è un servizio dell'Università Cattolica del Sacro Cuore realizzato in collaborazione con CINECA
© 2011 UCSC - Tutti i diritti riservati - Powered by DSpace Software - Feedback