Università Cattolica del Sacro Cuore Millennium Unicatt DocTA DocTA DocTA  

DocTA - Doctoral Theses Archive >
Tesi di dottorato >
SCUOLA DI DOTTORATO IN PSICOLOGIA >

Citazione:
Utilizza queste indicazioni per citare o creare un link a questo documento.
Pizzingrilli, Paola. ""Creativity is..." An investigation about how school children conceive the creative process", Università Cattolica del Sacro Cuore, XXIII ciclo, a.a. 2009/10, Milano, [http://hdl.handle.net/10280/1061].

Titolo: "Creativity is..." An investigation about how school children conceive the creative process
Autore/i: PIZZINGRILLI, PAOLA
Tutor: TAN, AI-GIRL
ANTONIETTI, ALESSANDRO
Coordinatore: BOSIO, CLAUDIO ALBINO
Lingua: ENG
Abstract in italiano della tesi: Il presente lavoro di ricerca si propone di esplorare le concezioni degli studenti sulla creatività attraverso strumenti quali la parola e il disegno, a tramite attività mentali quali il giudizio, il riconoscimento e la descrizione. Tre sono i concetti chiave oggetto di indagine della presente ricerca: il riconoscimento, inteso come l’abilità nel distinguere prodotti (e autori) creativi da quelli non creativi. Tale distinzione ha luogo nel momento in cui l’individuo è in grado di cogliere quegli elementi che portano a un cambiamento di significato di un dato oggetto che in questo modo viene considerato creativo. Il secondo concetto chiave è il giudizio, ovvero l’abilità di un individuo di valutare l’autore - o gli autori - di prodotti creativi e non creativi. Il terzo concetto è quello legato all’abilità, attraverso la quale le persone esprimono il loro potenziale creativo. Gli obiettivi declinati nel presente lavoro di ricerca sono tre. Il primo si prefigge di indagare la capacità che gli studenti hanno di riconoscere la fase di ristrutturazione - costitutiva dell’atto creativo - distinguendo i prodotti creativi da quelli non creativi sulla base del loro diverso livello di originalità. A tale proposito sono state messe a punto diverse serie di disegni che rappresentano la realizzazione di artefatti creativi e non creativi e presentate prima a un campione di studenti universitari (Studio 1) e poi di studenti della scuola Primaria e Secondaria (Studio 2, Studio 3). Il secondo obiettivo consisteva nel descrivere la rappresentazione del comportamento del creativo. Attraverso una storia è stato richiesto agli studenti di giudicare il ruolo della persona creativa (Studio 2, Studio 3). Infine, il terzo obiettivo era valutare l’espressione della creatività e la sua relazione con la rappresentazione (Studio 3) attraverso l’impiego di strumenti diversi, quali il differenziale semantico, il compito di completamento di disegni ed il test delle Linee Parallele tratta dal Test di Pensiero Creativo di Torrance (TTCT: Torrance, 1989).
Abstract in inglese: The present work is aimed at exploring how students represent creativity. To explore their beliefs we used different research tools (as words, drawings), and different cognitive tasks (as judging, recognizing, describing). Three concepts will be investigated in this research: (1) recognition, intended as the ability to distinguish between creative and non-creative products as well as between creative and non-creative authors: we tried to identify if our participants were able to catch the distinctive elements that determine the change of meaning of an artifact so that it become creative; (2) judgment, intended as the ability to judge the author(s) of creative and non-creative products; (3) expression, intended as the ability to express our own creative potential. Three specific aims has been set across this research. The first aim was to investigate the ability of students to recognize the restructuring phase of a creative act, differentiating between creative and non-creative products. Different series of drawings that represented the realization of creative and non-creative objects were devised and tested on undergraduates (Study 1) and on school children (Study 2, Study 3). The second aim was to describe the representation of creative behaviour. Using a story as a baseline, students were requested to judge the role of the creative person (Study 2, Study 3). The third aim was to evaluate the expression of creativity and the relationship between expression and representation of creativity (Study 3) using different tasks: a semantic differential scale, a picture completion task and a subscale of the Torrance Test of Creative Thinking (TTCT: Torrance, 1989).
Data di discussione: 7-apr-2011
URI: http://hdl.handle.net/10280/1061
È visualizzato nelle collezioni:SCUOLA DI DOTTORATO IN PSICOLOGIA
FACOLTA' DI PSICOLOGIA

File in questo documento:

File Descrizione DimensioniFormatoAccessibilità
TESI FINALE.pdffile completo4,66 MBAdobe PDFnon consultabile
INTRODUCTION.pdfIntroduzione108,75 kBAdobe PDFVisualizza/apri


Accesso e utilizzo dei contenuti di DocTA




 

DocTA è un servizio dell'Università Cattolica del Sacro Cuore realizzato in collaborazione con CINECA
© 2011 UCSC - Tutti i diritti riservati - Powered by DSpace Software - Feedback